Home page freccia Didattica freccia Valutazioni freccia Il debito formativo

Il debito formativo

Ordinanza Ministeriale 21 maggio 2001, n. 90

venerdì 18 dicembre 2009

busta print

Sulla base delle indicazioni emanate dall’O.M. 21 maggio 2001, n. 90 il Collegio dei Docenti ha deliberato procedere riguardo il funzionamento del sistema dei debiti che possono pesare sulla carriera scolastica di un allievo. Premesso che:

  • le insufficienze gravi (espresse con il voto ≤ 4) sono da considerare come debito di cui al comma a) dell’Ordinanza,
  • le insufficienze non gravi (espresse con il voto 5) possono essere considerate, su decisione del cdc, sia come debito di cui al comma a) sia come carenze di cui al comma b) della stessa Ordinanza. sono state stabilite le seguenti caratteristiche e procedure:

NATURA ll debito del comma a) prevede un’iniziativa diretta della scuola per il suo superamento; iniziativa tesa a consolidare procedure e conoscenze propedeutiche all’ulteriore sviluppo del percorso scolastico. Le carenze del comma b) non prevedono un’iniziativa diretta della scuola per il loro superamento; l’allievo infatti consolida in autonomia i settori di contenuto non acquisiti in modo adeguato

ASSEGNAZIONE Il debito comma a) viene assegnato nella situazione in cui lo studente ha bisogno di ulteriori interventi diretti della scuola per superarlo; l’assegnazione è accompagnata da consegne molto dettagliate (che indicano anche le esercitazioni a cui fare riferimento) il cui svolgimento nel periodo estivo va presentato all’insegnante. La sufficienza assegnata con debito comma a) compare nel tabellone dei voti esposti a fine anno accompagnata da un asterisco e viene comunicata per iscritto alle famiglie Le carenze del comma b) vengono segnalate nella situazione in cui lo studente può impegnarsi in maniera autonoma per colmarle eseguendo consegne molto dettagliate (che indicano anche le esercitazioni a cui fare riferimento) il cui svolgimento nel periodo estivo va presentato all’insegnante. La sufficienza assegnata con carenze comma a) viene comunicata per iscritto alle famiglie

SUPERAMENTO Il superamento del debito comma a) tiene presenti tre criteri: esecuzione estiva consegne assegnate, frequenza corsi organizzati dalla scuola a inizio settembre, esito verifica somministrata a fine corso. L’allievo che non supera il debito a settembre potrà sanarlo lungo tutto il 1° quadrimestre (v. valutazione relativa pagella); se non risulta superato, il debito può essere ancora saldato in una apposita sessione di verifica organizzata prima della ‘pagellina’ interquadrimestrale. Infine se lungo questo articolato percorso il debito non risulterà saldato continuerà a pesare nell’anno successivo (per le materie il cui insegnamento non coinvolge l’intero quinquennio è prevista la sola sessione di settembre). Il superamento delle carenze del comma b) si basa sulla valutazione, mediante verifica e valutazione specifica in settembre, dello svolgimento in periodo estivo delle consegne assegnate. Il superamento o meno di debiti e/o carenze va documentato periodicamente dal cdc.

PESO In presenza di un numero superiore di 4 debiti di cui al comma a) un allievo non viene promosso.

 

ISA Cordenons/Pn | Scrivi | tel 0434932628 | fax 0434 932069 | grafica ISA | sviluppo CLAPS - SPIP | | Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 Nov. 2009 ©